“E’ riapparso anco il Tromba.... ora sian fermi ammodo”

Ci sian ritrovi al Barre Triangolo a Porcari erimo diversi, il Conte Potta, il Pera, DS Chimico, CocaCola, il Filini; l’Imbianchin, Semola, Ceceno, Paura, Sergio l’idraulico e Massimiliano due novi arrivi, mancavin Stinchi di Merlo che ito a MARSALAM deve esse un posto novo perché noiartri disgraziati  si 'onosce sortanto il MAR MORTO o'l MAR NERO el Bullone che ha ditto c’aveva d’inda in Capannina la sera,  bo…. un se capito perché un pote'a venì forse sè avvio a piedi.

Il DS aveva  invio il messaggio a tutti” DOMAN si principia cor Passo di Dante” allora la Scopa che s'era accordo con il Tromba el Banchiere han ditto vi s'aspetta a Santa Maria del Giudice, noiartri ci sian arrivi ma di loro neanco l’ombra.

Allora  se invio a montà e per cercà di richiappalli abbiam  preso la salita un pò allegrotta d'artra parte montava solo al 19% ; il Coca Cola indava agile 2 pedalate l’ora sembrava facesse il replei in television, Paura che per un perde il passo troncava la biciretta, Sergio l’idraulico el Ceceno che montavin belli agili, il Conte Potta che reggeva agonizzante le rote distanziando di pochi metri il Pera,  dietro una voragine e come ar solito il mucchio de Fermi; tranquilli è solo l’inizio c'è altri 7 km di falsopiano salita per davvero.

Intanto dei tre moschettieri La Scopa, il Tromba el Banchiere un si vedevin neanco le tracce, io caio oggi caminin davero, o che avran preso?????????. Appena ci sian raduni se principiato a rimontà per la salita finalmente un pò meno impegnativa ma per un smentissi il Coca è ripartito agile a 3 pedalate l’ora e come ar solito un si potea fallo indà via allora il Ceceno, Paura, Sergio l’idraulico,Conte Potta el Pera s'en lanci all’inseguimento, pigia e ripigia tornante doppo tornante Paura ha tiro la crepa e se accoppio col Pera che oggi soffriva un po’ più der solito; morale alla fontana in cima ar Passo Di Dante c'en arivi nell’ordine Coca Cola, Sergio l’idraulico, Ceceno, il Conte Potta, Paura el Pera seguiti a breve distanza dall’Imbianchin che oltre a esse innamorato quest’anno camina; a seguir tutti i fermi del gruppo con qualche sorpresa degna di nota come ir sorpasso del Chimico ai danni di Semola (che s’allena 3 vorte a settimana e piglia anche l’antifermite in capsule) doppo s'en aruni tutti compreso Massimiliano che un s’immaginava davvero che Passo avesse Dante ma se accorto di quanto è dura la salita, coraggio quando abbian principio ci sian caschi tutti…………………..

Sorpresa delle sorprese alla fontana ci dovevin esse i tre moschettieri ma anco stavolta neanco l’ombra, Semola c’aveva parlo 5 menuti prima e n’avevin ditto sian alla fontana in cima, io caio oggi caminin davero forte un ci s'è fatta neanco a chiappalli sian fermi ammodo…………..; allora noiartri arizzeppa su per la salita direzion Santallago a tutto fo'o finalmente tornante doppo tornante sen richiappi si ma al barìn in cima a Santallago;  ragazzi oggi han camino davero forte e pensa che la Scopa anc’oggi ha riperso il contachilometri (come a Monteriggioni )  ma il Chimico 'na ritrovo sull’utima salita, e forse ar  Tromba na fatto bon sta fermo diversi  mesi el Banchiere deve avè trovo una pozion bona forse dev'esse la stessa del Semola l’ANTIFERMITE in capsule.

Finarmente doppo una giornata a rincorisi sian risciti a salutacci  e ha fa la foto di rito,  doppo una  breve  discussion abbian deciso di scende da Ruota, qui en inizi i dubbi perché per inda a scende da Ruota bigna montà  all’antenne e guarda caso è salita ma tanto che problemi c'en oggi caminin tutti forti…….., l’unico che ma guardo sconsolato chiedendomi quanta salita c’era è stato  Massimilian ma io da vero amico no ditto:" è poga e guasi pari "; pronti via è ripartita la rumba pinge che ti ripingio sian arrivi all’antenne e sen invio a aspettà, un menuto, due,tre,cinque insomma un arrivavin più e meno male che erin quelli che indavin forte…. i casi en due o i tre Moschettieri son partiti la Mattina presto o ci sen fatti porta colla Jeep.

Finalmente doppo tanta salita abbian preso il tanto atteso singol trecche  tutti ingazzurriti  il primo tratto è passo senza problemi o meglio eccezion fatta per Paura che ha foro subbito.

Sian ripartiti e qualche fermo dietro come Semola, il DS, Massimilian el Banchiere han sbaglio via invece d’inda per Colle di Compito han preso per Ruota allora doppo avelli aspetti per un diecinaio di minuti ci sian telefoni e raduni a Ruota per poi scende tutti verso Colle di Compito ma qui il  Conte Potta ha sbaglio via, cosi ci sian ritrovi in mezzo al bosco tra Colle di Compito e Castelvecchio di Compito con il Tromba che ha foro per cui c'è tocco aspettà che cambiasse la camera d'aria, insomma in salita è fermo in discesa pure allora un è cambiato è sempre fermo AMMODO.

Insomma doppo diverse peripezie ce l’abbian fatta a finì la discesa e entrà nel Padule, ma tanto per un smentissi e per un torna presto c'ha penso Massimilian visto che ha raccatto tutti i pruni del Monte Serra sulla rota davanti cosi ogni 100 metri ni toccava scende dalla sella danni un quindicinaio di pompate e rimontà al volo per un perde tempo,  quando sian arrivi in paese era rosso come un Lampon di Bosco, vai tranquillo mi' omo stasera dormi anco senza rimboccatti le 'operte e po darsi che tu sogni il Passo di Dante e anco il giron Dell’Infermo che hai fatto oggi………………

                                                                                                                                                                                                                                'Nsomma, ci sian divertiti di molto anco se ci sian presi parecchio per il culo come ar solito; un saluto a tutti ci risentiam alla prossima uscita.

Il Conte Potta

foto