" LA VIA ETRUSCA DEI 2 MARI "

Siamo arrivati, come da sei anni a questa parte, al momento della partenza, tanto attesa, tanto desiderata, ogni anno diversa per organizzazione e motivazioni…Se ripenso a quel lontano 1999 quando il nostro gruppo “storico” compiva i primi passi in quella che doveva essere la prima impresa, quella di solcare la penisola da ovest a est, da Porto Ercole ad Ancona lungo 550 km, mi vengono in mente gli sguardi dei miei compagni pieni di attesa e di trepidazione, di gioia ma anche di tensione nell’affrontare una prova così impegnativa.

 

A distanza di sei anni molte cose sono successe da allora, il gruppo si è allargato, alcuni compagni li abbiamo perduti ma altri si sono aggiunti per portare il loro contributo di ricordi e di simpatia. Tuttavia una cosa non è cambiata da allora: l’entusiasmo!

 

E’ veramente meraviglioso vedere un gruppo così eterogeneo per età ma così unito nell’unico intento di portare a termine un’impresa, qualunque essa sia. Ci alleniamo e lavoriamo insieme un anno intero per organizzare, pianificare, reperire le attrezzature e i fondi necessari, con una febbre sempre crescente via via che la data della partenza si avvicina; pochi giorni prima sembra che tutto il resto perda di importanza, tutti sembrano concentrati verso l’obiettivo e non si parla d’altro. Il telefono squilla a qualsiasi ora del giorno e della notte, per le cose più importanti ma anche per assurde banalità delle quali avremmo potuto fare anche a meno; ma non importa, l’importante è sentirci, l’importante è partire…presto.

Tutto è pronto!

Il percorso è stato studiato “quasi” nei minimi particolari, i punti tappa definiti,  mezzi di trasporto, materiali tecnici e logistici reperiti, le bici revisionate a puntino, i “contatti” nei vari luoghi attraversati attivati, i giornali informati della partenza…

Possiamo partire

 …non prima tuttavia di aver fatto i conti con il primo inconveniente: il DS si accorge di avere il telaio della sua Specialized con una vistosa crepa ed è costretto a ricorrere alla bici di scorta messa a disposizione dal nostro amico Luca di Cicli Franceschi (Lucca). Grazie!

La nostra avventura quest’anno si chiama: “LA VIA ETRUSCA DEI 2 MARI”

Da Lucca a Spina sul mare Adriatico lungo le tracce di un’antica strada etrusca scoperta di recente in località “Casa del lupo” a Capannori, 380 km che uniscono idealmente i più importanti siti etruschi dell’Italia centrale, Gonfienti (Prato), Marzabotto (Bologna), Spina (Ferrara).

1° tappa - 2° tappa - 3° tappa - 4° tappa

 

foto delle 4 tappe