Sabato 1 Marzo 2008

Smotandosi in Pizzorna…

 Ma secondo voi i ragazzi che vanno in mtb sono normali?

Io direi mica tanto, anche sabato con quel vento forte che tirava e quelle nuvole minacciose di acqua alcuni del gruppo si sono avventurati sulle Pizzorne, il bullone non poteva mancare, sempre presente, accompagnato dal mitico pera, insieme a marchetto, il bello e il coca, tornato ad uscire con  noi dato che ha da poco acquistato la nuova bicicletta una ktm front in carbonio, spettacolare.

Decidemmo di andare in pizzorna dato il forte vento, e come sempre si andò a montare dalla fattoria il Gambaro, e già qui la prime goccioline di acqua iniziarono a farsi sentire, ma noi continuammo a montare…il bello dietro al coca, salivano su belli tranquilli, il pera accusava alcuni lavoretti fatti a casa il giorno prima, il bullone diceva che non c’aveva la forza di sempre e in fine  marchetto che sta entrando in forma piano piano.

Da lì ad arrivare in cima di acqua ne prendemmo un po’, in più non si vedeva una “mazza” a causa di un po’ di nebbia e dell’inevitabile appannamento degli occhiali del tromba…( ma che roba vendi o briao…..), dato il tempo brutto niente passaggio dalla fontanina dell’ acqua, ma decidemmo di scendere 500 metri di asfalto per poi prendere un bivio a destra e ricollegarsi sulla strada fatta a salire.

La discesa non fu delle migliori proprio per problemi di visibilità, chi più chi meno ha rischiato con qualche sbandata controllata, fino a che dopo essere ormai arrivati su asfalto e diretti verso San Gennaro, qualcuno ha voluto sentire se in terra c’era umido…..

“ il bello in scia al coca, 40 -45 km orari ci sopraggiunge su un tornante a destra, il bello si stacca leggermente…ma ecco il bullone che lo affianca sulla sinistra proprio mentre Matteo ( il bello) si stava leggermente allargando per impostare la curva….attimi, secondi…il bello è costretto a chiudere prima la traiettoria per non urtare il bullone….ma l’umido sulla strada gli fa perdere grip sulla ruota anteriore….nemmeno il tempo di rendersi conto di cosa succede che i due sono in terra….CHE BOTTA !!!!”

Fortunatamente per noi due bischeri, non ci sono state gravi conseguenze e dopo un paio di minuti siamo tutti rimontati in sella per fare ritorno verso casa….!

Faccio un salutone ad altri ragazzi del gruppo che sempre nella giornata di Sabato sono usciti in allenamento in orari diversi dal consueto, e in particolare a quei 3 che hanno verificato il tasso di umidità della strada: Il CHIMICO in allenamento sabato mattina sul monte Serra, al Nostro DI PIAZZA che con il CECO, hanno anticipato di un paio di ore la caduta del bullone e il bello….

Ragazzi un saluto dal Bello,

prossimo appuntamento Domenica 9 marzo con la prima gara di Coppa Toscana