GRAN FONDO DEGLI ETRUSCHI

Domenica 8 maggio 2005 

I tanaglioni hanno disputato domenica 8 maggio la sesta edizione della “Gran Fondo degli Etruschi”, la meravigliosa manifestazione svolta a Marina di Bibbona che ha richiamato quest’anno oltre 1800 atleti tra agonisti e cicloturisti.Nella bellissima cornice del camping le Esperidi, illuminato da un sole estivo, il team porcarese si è dato appuntamento per l’ennesima sfida; questi gli atleti iscritti:

Franco Fanucchi, Luca Lombardi, Giovanni Piegaia, Andrea Belluomini, Antonio Menchini, Fabio Meschi, Fabio Pera, Emanuele Stanghellini, Mauro Martinelli, Claudio Landi, Daniele Tesi. Purtroppo per infortuni vari occorsi qualche giorno prima della gara, Fabio Pera e Antonio Menchini non hanno potuto prendere il via; tutta la squadra gli augura una pronta guarigione!

Il Prof.(Franco) la Scopa (Sergio) e Figaro (Stanghellini), avevano dormito in un camping a Bibbona per essere più freschi al mattino, mentre tutti gli altri avevano preferito arrivare il giorno stesso.

Ore 10 tutti pronti per il via, puntualissimi quelli dell’organizzazione aprono le griglie di partenza e una marea di bikers partono ad oltre 40km/h per le vie di Bibbona e dalla foga alcuni di loro cadono in mezzo al gruppo degli scatenati rischiando subito grosso…!Poi inizia il tratto sterrato dove la moltitudine di atleti solleva una nube di polvere irrespirabile che costringe gran parte di loro a rallentare per mettersi davanti alla bocca un fazzoletto bagnato per poter continuare ancora (a noi Tanaglioni, abituati al Padule, ci fa una mazza…!).

Le prime salite, dopo una partenza a razzo iniziano a far selezione; Il Ceceno è subito in testa seguito dalla Scopa, e dietro Filini, Taralluccio, Figaro, il Prof e via via tutti gli altri… La sfida tra Sergio e Franco inizia al 15° km quando il Prof in grande rimonta si porta alle spalle di Sergio in terza posizione, le segue senza essere scoperto per un paio di km e poi decide di superarlo prima della durissima salita dell’Orto di Meo. Senza una parola lo affianca e lo supera, Sergio resta meravigliato, lo chiama ma lui niente, va per la sua strada senza una parola (che ‘gnorante…).

La Scopa irritato da questo comportamento gli si mette alla ruota per non mollarlo mai più…La salita dell’Orto di Meo vede ancora il Prof secondo dietro uno scatenato Ceceno ormai imprendibile nonostante un volo clamoroso, ma Sergio regge bene e non molla. Dopo circa 45 km prima dell’ennesima salita il Prof è colto da crampi e qui la Scopa sopraggiungendo gli porge una borraccia di sali come fece Coppi a Bartali (o viceversa…non si saprà mai…!). Il Prof ringrazia e i due si avviano verso il traguardo sempre assieme… Arrivati a Bibbona, ormai su un tratto asfaltato, mentre affrontavano una breve salita, Sergio gioca il tutto per tutto: Mette la moltiplica, scala tre rapporti, si alza sui pedali e lascia di sasso il Prof. che nel tentativo di riprenderlo è colto di nuovo dai crampi e deve mollare. Sergio prende la ruota di due ciclisti davanti a lui e a 35 all’ora si avvia verso il traguardo. Franco prova per circa due km a mantenere il contatto, tuttavia il vento contrario e il fatto di non avere nessuno davanti per farsi tirare lo fanno desistere. Al traguardo il distacco tra i due è di circa un minuto, ma la lotta è stata proprio molto bella e un grande abbraccio sancisce l’amicizia tra i due(oltre che la supremazia attuale della Scopa).

Questo l’ordine di arrivo dei Tanaglioni:

Mauro, 307° assoluto col tempo di 2.46.59 alla media di 21.56

Sergio, 491° assoluto col tempo di 3.00.01 alla media di 20.00

Franco, 508° assoluto col tempo di 3.01.07 alla media di 19.88

Daniele, 601° assoluto col tempo di 3.08.38 alla media di 19.08

Andrea, 701° assoluto col tempo di 3.17.00 alla media di 18.27

Fabrizio, 748° assoluto col tempo di 3.22.21 alla media di 17.79

Note: Filini è stato artefice di una grossa performance considerato un infortunio al ginocchio che lo ha costretto a riposo e cure per le ultime tre settimane

Paolo Fredianelli, 13 anni, nuovo entrato nel gruppo, ha fatto il percorso breve di 45 km con il tempo di 2.55.24, classificandosi 111° assoluto tra 213 arrivati. Grandissima prestazione per lui, visto che era alla sua prima gara.

Andrea (Bronzo), si è sentito male durante il percorso ma lo ha portato a termine comunque dimostrando veramente un grande carattere. Bravo Bronzo!

Giovanni, Fabio, Luca, Emanuele, Claudio, hanno preso parte al percorso breve preferendolo per motivi vari a quello lungo. Li aspettiamo alla Piazza a Piazza il 29 maggio. Un grosso ringraziamento a tutti coloro che hanno reso divertente e importante questa trasferta.

foto 1 - foto 2 - foto 3