" GRAN FONDO DEL CASENTINO 2006 "

18 GIUGNO

Bellissima prestazione dei Tanaglioni nella G.F del Casentino svoltasi nella stupenda valle  della provincia di Arezzo .

Ma veniamo alla cronaca.

Il ritrovo per la partenza è fissato alla pasticceria la Rosa alle ore 6 del mattino dove alla spicciolata arrivano un po’ tutti.

Il tempo di bere un caffè e ci mettiamo tutti in autostrada per raggiungere Bibbiena sede della Gara di oggi . Intanto il Meschi (Martello) con il suo furgone carico di bici si era già avviato ( arriva ultimo anche con le 4 ruote) prendendo con largo anticipo l’autostrada . Arriviamo a Bibbiena alle ore 8.20 e dopo aver parcheggiato le auto iniziamo a scaricare le bici e ci prepariamo alla gara nella consueta atmosfera che aleggia nel pre gara con sfottò reciproci e risate a go-go.

Arriva il momento del via e il colpo d’occhio sul  numero dei partecipanti è davvero grande , infatti al  via  sono circa 920  atleti , record per i ragazzi del casentino bike.

Pronti via e siamo già in gara , percorriamo circa 4 Km di asfalto per uscire dal centro del Paese e svoltiamo subito a sinistra dove la strada inizia a salire . Come al solito la Scopa (Sergio) parte subito forte ma la salita è lunga 18 Km e piano piano verrà ripreso sia dal Ceceno , dal  Cagnaccio, Bullone , Bronzo , Filini e per ultimo dal  Conte Potta al quale confida l’intenzione di  ritirarsi, il  Conte Potta compreso immediatamente lo stato d’animo della Scopa riesce con il passare dei KM a  convincerlo nel proseguire la gara permettendogli così di arrivare 10° di categoria.

Intanto nelle retrovie il Ds e il Chimico si guardano a vicenda ma al 26 Km il Chimico approfittando di un passaggio stretto e tortuoso in salita riesce ad avvantaggiarsi  quel tanto che basta per arrivare prima del Ds, quest’ultimo attardato nel finale di gara anche da una rovinosa caduta di un atleta che lo precede.

Nelle retrovie intanto gli altri continuano la loro gara senza fama e senza lode , a Crampman (Capecchi ) come al solito gli prendono i crampi , Aspirina (Antonio) in discesa cade rovinosamente a terra e si “sbucchia” tutto come una mela, all’organizzazione è costato più di gazze e cerotti che di mangiare,

il Tromba dopo aver finito i freni in discesa è costretto a frenare con i piedi come i Fliston, non contento a 2 Km dalla fine schianta anche la catena ed è così  costretto a tagliare il traguardo a piedi .

Gli altri arriveranno al traguardo rilassati e felici per aver ancora una volta goduto del bel paesaggio e della stupenda giornata .

Ma la gioia della giornata arriva nel dopo gara ,  dopo una doccia gelata (ci voleva proprio) andiamo tutti insieme al Party pasta ( squisito ) a mangiare ed aspettiamo con trepidazione la premiazione, di li a poco il Ds verrà chiamato sul palco per ricevere la targa di 3° società  classificata, seguiranno poi la  premiazione del Cagnaccio (Alessandro) arrivato 6° Assoluto nella sua categoria e della Scopa arrivato 10 ° di categoria.

classifica interna - foto